Sanremo 2017: ospiti Robbie Williams, Keanu Reeves e Giorgia. All’Ariston anche Francesco Totti

0
15

Nesli e Alice Paba, Bianca Atzei, Raige e Giulia Luzi: sono i tre Campioni a rischio eliminazione dal festival di Sanremo. La graduatoria – di cui sono state rese note soltanto le ultime tre posizioni – è stata stilata in base al televoto del pubblico (50%) e alle preferenze della sala stampa (50%). Passano Chiara, Michele Zarrillo, Marco Masini, Paola Turci, Gigi D’Alessio, Francesco Gabbani, Michele Bravi, Sergio Sylvestre.

Febal Casa Valmontone 700×150
Credipass 700×150-2

La seconda serata del festival di Sanremo si è aperta con la gara delle Nuove Proposte. Francesco Guasti con Universo e Leonardo Lamacchia con Ciò che resta! sono i due Giovani che passano alla finale di venerdì. Eliminati Braschi con Nel mare ci sono i coccodrilli e Marianne Mirage con Le canzoni fanno male.

“Prego signora, ci tiene ad averlo?”. Maria De Filippi, in versione ‘maschera’ dell’Ariston, entra in scena nella seconda serata del festival di Sanremo distribuendo i gadget realizzati ad hoc con la sagoma di Carlo Conti. In abito nero con il decolleté bordato di pizzo, sfoggia un girocollo con un lungo pendente di diamanti e smeraldi. Tra gli applausi, sotto braccio al conduttore, Maria sale la scala per raggiungere il centro del palco. In apertura di serata, un numero dell’illusionista giapponese Hiroki Hara.

Francesco Totti ha fatto il suo debutto – autoironico – da presentatore a Sanremo. Preceduto da un filmato sulla sua straordinaria carriera, ha sorvolato con eleganza sul 4 a zero inflitto dalla Roma alla Fiorentina, squadra del cuore di Carlo Conti. “Troppo banale. Tra l’altro non ho neanche giocato” ha commentato. Sorridente e a suo agio, ha introdotto Nesli e Alice Paba. “Te la senti di presentare?”, gli ha chiesto Maria de Filippi. “Sicura? Stamo in diretta”.

Dopo il 50% di share della prima serata del festival, Maurizio Crozza si trasforma nel Capo dello Stato Mattarella per dare l’incarico a Conti e de Filippi: “Cari italiani, care Marie, cari Carli, da ieri è ufficiale: voi due avete la maggioranza del paese. Allora ho sciolto le Camere, Gentiloni non l’ho avvertito, tanto lui si adatta, dove lo metti sta, al governo governa, alle finestre fa i vetri”. L’incarico, spiega il comico nei panni del presidente Mattarella, “è di formare un nuovo governo entro sabato: per i ministri fate voi, tanto chiunque, anche Clementino, farebbe meglio di Padoan. Suggerisco solo agli Esteri Al Bano invece di Alfano: cambia una consonante, ma raddoppia la conoscenza dell’inglese”.

Finale a sorpresa per l’esibizione di Robbie Williams al festival di Sanremo. Dopo aver cantato Love my life, il nuovo singolo estratto dall’ultimo album, la popstar con un guizzo ha baciato sulla bocca Maria De Filippi, colta alla sprovvista e visibilmente imbarazzata. “Da quando sono padre la vita mi è cambiata per il meglio, tutto quello che faccio è per loro, sono un papà molto orgoglioso” ha detto poi nella breve intervista. Poi il colpo di scena finale. “Quando finisci i concerti tu baci una fan” ha detto Maria. E lui, su imbeccata di Conti, l’ha baciata sulla bocca.

“Ciao Pippo caro che sei in ascolto”. Dal palco dell’Ariston al festival di Sanremo, dove è ospite, Giorgia rivolge un saluto a Pippo Baudo, colpito da una bronchite e costretto a rinunciare a condurre Domenica in post-festival. “A me m’ha inventato lui”, ha scherzato la cantante.

In grande forma, Keanu Reeves è andato al di là della solita partecipazione delle star hollywoodiane che concedono solo interviste ingessatissime e pubblicitarie. Prima ha animato un colloquio con Maria De Filippi in cui ha ricordato quando da ragazzo a Toronto faceva la pasta in un negozio di alimentari italiano, quando era un portiere in una squadra di hockey su ghiaccio e veniva chiamato “The Wall”, poi ha descritto la sua passione per la moto, cui ha pagato il prezzo di incidenti e ricoveri, la conquista del piacere di avere una casa dopo una vita trascorsa in giro per il mondo e in case in affitto per poi parlare di un suo libro che si chiama “Ode alla felicità”. Per il finale un omaggio al suo passato di bassista rock, fatto con uno strumento preso a prestito dal bassista dell’orchestra e basato su un classico giro rock/grunge con accompagnamento di batteria e chitarra. La sua canzone italiana preferita è “Va bene così” di Vasco Rossi, scoperta grazie alla sorella che aveva un fidanzato italiano. Per l’occasione è toccato a Carlo Conti il compito di accennare il brano.

Poi in quota comici anche l’insolito trio Brignano-Cirilli-Insinna.

Era affidato ai Biffy Clyro lo spazio dedicato dal Festival di Sanremo ai nuovi suoni della musica internazionale. “Re-arrange” è una hit in vari paesi europei, loro sono una delle realtà del nuovo rock britannico (sono scozzesi) ma il passaggio da un pezzo e via ha lasciato un’impressione di freddezza.

IL GIORNO DOPO IL DEBUTTO – Il boom di ascolti di Sanremo non sembra far cambiare idea a Carlo Conti, che ha annunciato che non rifarà il festival per la quarta volta. “Sono proprio, non sicuro, ma sicurissimo ancora di più, ora che ci sono stati questi numeri. Già il primo anno il 49.90% è stata una cosa clamorosa, il secondo il 49.93% ancora più clamorosa, quest’anno per ora il 50.37% è incredibile. Sono orgoglioso del lavoro fatto, però basta. E poi ricordatevi che noi fiorentini quando diciamo che ci ritiriamo, ci ritiriamo”, scherza alludendo a Renzi.

“Ovviamente – ha detto ancora Conti – sono felice, doppiamente felice: perché è il compleanno del mi’ figliolo e poi per questo risultato. Bello, ma meno bello del mi’ figliolo”. “Quest’anno – ha detto ancora – c’è un valore aggiunto che è Maria. Ho trovato quasi una sorella che non ho, in scena e nel mondo del lavoro. C’è sintonia perfetta tra di noi e questo è proprio il festival che avevo in mente, equamente diviso tra il bruno della mia pelle e il biondo e l’eleganza di Maria. Un festival non più a conduzione unica, ma doppia”.

E la De Filippi puntualizza che il suo futuro non è in Rai. “Sabato saluterò grata, felice di esserci stata. Ieri sera sono anche riuscita a divertirmi e spero di continuare a farlo, ma senza la voglia di condurlo. Il festival appartiene alla Rai: il mio futuro non è in Rai”. Lo ha ribadito Maria De Filippi, dopo il debutto sul palco dell’Ariston accanto a Carlo Conti. “Non mi sento un collante nazionale, come sono stata definita. Io sono venuta a Sanremo portando me stessa, cerco sempre di essere me stesa. So fare quello, non altro”.

ANSA