Suarez: “Spagna-Italia finirà in parità ma azzurri andranno al mondiale”

0
2

Roma, 30 ago. – (AdnKronos) – “Penso che sarà una bella partita, combattuta tra due squadre di alto livello che sono sicuro andranno tutte e due al mondiale. L’Italia è obbligata a vincere e la Spagna non si accontenterà del pareggio per mentalità vuole sempre avere la meglio sull’avversario. Pronostico? Alla fine sarà un pareggio”. L’ex centrocampista della Grande Inter, Luis Suarez, si esprime così su Spagna-Italia match decisivo per la qualificazione alla Coppa del Mondo di Russia 2018.

Febal Casa Valmontone 700×150
Credipass 700×150-2

“Sono due squadre in costruzione che stanno affrontando un cambio generazionale -aggiunge Suarez all’Adnkronos-. Il fattore campo potrebbe essere un piccolo vantaggio per la Spagna anche se gli azzurri hanno giocatori navigati e non penso non soffriranno il ‘Bernabeu'”.

Tra le stelle delle due formazioni l’ex pallone d’oro ne sceglie due per parte: “Asensio è un potenziale crack, è già fortissimo e a soli 21 anni, non so se giocherà perché potrebbe preferirgli Morata ma il futuro è suo e poi il solito Iniesta uno dei sopravvissuti della vecchia guardia sempre fondamentale per l’equilibrio della squadra. Tra gli azzurri scelgo Insigne che è migliorato tantissimo negli ultimi due anni e Belotti che ha il gol nel sangue”.

Suarez giudica infine i due ct: “Sono due allenatori preparati, mi pare che Ventura sia più navigato, è molto bravo a cambiare la squadra in corso d’opera, mentre Lopetegui segue il canone del Barcellona, tanto possesso palla e controllo della partita”.

CONDIVIDI